Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Home Umberto Moscatelli Didattica 2017/2018 Laboratorio di sistemi informativi territoriali per i beni culturali

Laboratorio di sistemi informativi territoriali per i beni culturali

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 6
  • Ore 42
  • Classe di laurea LM-89
Umberto Moscatelli / Professore di ruolo - II fascia / Topografia antica (L-ANT/09)
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
Prerequisiti

Nessuno

Obiettivi del corso

Parte teorica
Conoscenza dei concetti di base dei Sistemi Informativi Territoriali.
Durante il corso gli studenti acquisiranno la capacità di gestire le principali funzionalità di un software G.I.S. e le competenze teoriche e pratiche necessarie a procurarsi, gestire, analizzare e visualizzare ogni tipo di dato georeferenziato all'interno di un ambiente tematicamente orientato ai Beni Culturali.

Parte applicativa
Gli studenti applicheranno le nozioni teoriche apprese al tema delle Testimonianze architettoniche del Medioevo rurale nelle aree interne del maceratese, costruendo un SIT dedicato.

Programma del corso

Saranno illustrati i seguenti temi:
- Caratteristiche generali dei Sistemi Geografici Informativi
- Georeferenziazione di dati
- Tipi di dati (formato e geometrie)
- Concetto di overlay topologico
- Tabelle degli attributi
- Creazione di un progetto
- Aggiunta di dati a un progetto: analisi delle procedure possibili
- Uso dei principali tools di un Sistema Informativo Territoriale
- Digitalizzazione di linee, poligoni e punti
- Importazione di layer a testo delimitato
- Creazione di tabelle contenenti informazioni sul Patrimonio Culturale
- Procedure di Join e di interrogazione
- Realizzazione di un SIT tematico: "Testimonianze architettoniche del Medioevo rurale nelle aree interne del maceratese"

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Umberto Moscatelli Principi di base dei GIS Pdf, Macerata, 2017 » Pagine/Capitoli: Tutto il volume
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Il Laboratorio si basa su una stretta interazione tra docenti e studenti. Non è disponibile in commercio un manuale esaustivo, ma è possibile scaricare versioni via via aggiornate di un pdf contenente alcune istruzioni relative alle principali funzionalità.
Il manuale d'uso del software è scaricabile dal seguente indirizzo: http://qgis.org/it/docs/index.html .

Eventuali altri letture che si dovessero nel frattempo rendere disponibili saranno indicate nel corso delle lezioni, anche a sostituzione del materiale qui indicato.

Per i non frequentanti sono previsti compiti alternativi personalizzati.

Metodi didattici
  • Dopo una sezione introduttiva, durante la quale il docente illustrerà alcune nozioni di base dei
    sistemi CAD, dei database e dei Sistemi Geografici Informativi, il corso avrà un'impostazione
    eminentemente pratica.
    Gli studenti utilizzeranno le postazioni a loro disposizione per apprendere l'uso delle funzionalità del
    software GIS che saranno via via illustrate.
    L'apprendimento di tali funzionalità sarà accompagnato da esercitazioni pratiche nel corso delle quali
    gli studenti, per gruppi, saranno chiamati a trovare soluzioni autonome ai problemi che verranno
    loro posti sotto forma di simulazioni di condizioni operative analoghe a quelle di un ambiente
    lavorativo.
Modalità di valutazione
  • L'accertamento del grado di apprendimento avverrà mediante uno scambio continuo tra studenti e docente, nel corso del quale quest'ultimo verificherà in corso d'opera:
    - il livello di apprendimento dei singoli studenti;
    - la loro attitudine operativa;
    - la loro capacità di comprensione degli argomenti costituenti il programma del corso;
    - la loro abilità nell'individuare e gestire in modo autonomo le soluzioni ai problemi proposti.