Letteratura e cultura anglo-americana ii

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 9
  • Ore 45
  • Classe di laurea L-11
Valerio Massimo De Angelis / Professore di ruolo - II fascia / Lingue e letterature anglo-americane (L-LIN/11)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Conoscenza della lingua inglese al livello pre-intermedio B1.

Obiettivi del corso

L'insegnamento è finalizzato all'acquisizione delle seguenti abilità professionalizzanti:
A. Aspetti conoscitivo-culturali: 1. Approfondimento della conoscenza di alcuni tratti distintivi della letteratura e cultura angloamericana; 2. conoscenza dell'evoluzione del genere fantastico nella letteratura e cultura angloamericana dall'inizio dell'Ottocento alla contemporaneità.
B. Aspetti teorico-critico-linguistici: 1. Perfezionamento delle capacità di analisi di testi letterari nella lingua inglese d'America; 2. acquisizione delle capacità di elaborazione di saggi critici (in italiano).

Programma del corso

Il corso studierà l'evoluzione del genere fantastico nella letteratura e cultura angloamericana dall'inizio dell'Ottocento alla contemporaneità, analizzando i diversi utilizzi di questo genere e come per suo tramite venga operata una rappresentazione "distorta" ma forse proprio per questo più efficace di alcuni aspetti nascosti e censurati della storia della società statunitense. Verrà messo in evidenza come la narrativa della prima metà dell'Ottocento utilizzi più spesso la modalità del fantastico (e più specificamente del romance) rispetto alla coeva narrativa europea, che predilige il realismo del novel, e come questa tradizione venga poi ripresa secondo differenti prospettive e con differenti obiettivi ed esiti nella letteratura e cultura successiva. Si inizierà con il racconto di Washington Irving "Rip Van Winkle", in cui l'autore usa la dimensione fiabesca per riflettere in modo ironicamente critico sul più importante evento della storia della sua nazione - la Rivoluzione americana. Verrà poi studiato quello che viene considerato il primo romanzo di fantascienza della letteratura americana, The Narrative of Arthur Gordon Pym di Edgar Allan Poe, del quale verrà preso in esame anche uno dei racconti più famosi, "The Fall of the House of Usher", che permetterà di evidenziare le caratteristiche specifiche del racconto fantastico secondo la prospettiva di Tzvetan Todorov nel suo seminale La letteratura fantastica. L'evoluzione anche autoriflessiva del genere fantastico nella seconda metà dell'Ottocento verrà indagata grazie a The Turn of the Screw di Henry James. Sebbene meno centrale per il Modernismo angloamericano di quanto lo sia stato per il Romanticismo, il fantastico affiora anche nella narrativa dei primi decenni del Novecento come strumento di decostruzione della percezione "ordinaria" della realtà: un esempio è "The Call of Cthulhu" di H.P. Lovecraft, che inaugura la tradizione novecentesca del nuovo "gotico americano". Negli stessi anni si afferma negli USA una nuova forma espressiva, il fumetto, che ha tra i suoi protagonisti più culturalmente influenti supereroi dotati di fantastici poteri - verranno pertanto esaminati sia il numero di Action Comics in cui per la prima volta fa la sua apparizione Superman, e poi una delle più radicali auto-decostruzioni del genere supereroistico, The Dark Knight Returns di Frank Miller, che è anche una indiretta critica ai "superpoteri" degli USA sulla scena internazionale. Nella seconda metà del Novecento il fantastico verrà usato come strumento "obliquo" di indagine delle ansie e delle contraddizioni della società americana in romanzi come The Haunting of Hill House di Shirley Jackson, che sarà poi di ispirazione per il maestro del genere horror, Stephen King, per The Shining, di cui verrà analizzata la "traduzione" cinematografica ad opera di Stanley Kubrick. La fantascienza si rivela strumento perfetto per le più complesse riflessioni sulle possibili derive che la storia avrebbe preso in The Man in the High Castle di Philip K. Dick. Anche la letteratura afroamericana usa le forme del fantastico per ricostruire un passato che non trova documentazione nella storia "ufficiale", come in Beloved di Toni Morrison. Il corso si chiuderà con l'analisi del film Arrival di Denis Villeneuve, che utilizza la fantascienza per evidenziare come il "fantastico" potere della lingua e della comunicazione sia più forte persino della logica di potenza degli apparati scientifico-militari.
Il programma ridotto da 6 CFU prevede l'eliminazione, oltre che del testo critico di Neil Cornwell, dei seguenti testi primari:
. H.P. Lovecraft, "The Call of Cthulhu"
. Action Comics 1 (1938)
. Shirley Jackson, The Haunting of Hill House
. Frank Miller, The Dark Knight Returns
. The Arrival (film)

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Irving, Washington Rip Van Winkle Qualunque versione reperibile online, Internet, 2017 » Pagine/Capitoli: Circa 25 pp.
  • 2.  (A) Poe, Edgar Allan The Narrative of Arthur Gordon Pym of Nantucket, in Poetry and Tales The Library of America, New York, 1984 » Pagine/Capitoli: pp. 1003-1182
  • 3.  (A) Poe, Edgar Allan The Fall of the House of Usher Qualunque versione reperibile online, Internet, 2017 » Pagine/Capitoli: Circa 20 pp.
  • 4.  (A) James, Henry The Turn of the Screw Norton, New York, 1999 » Pagine/Capitoli: pp. 1-85
  • 5.  (A) Lovecraft, H.P. The Call of Cthulhu Qualunque versione reperibile online, Internet, 2017 » Pagine/Capitoli: Circa 30 pp.
  • 6.  (A) Siegel, Jerry - Shuster, Joe Action Comics 1 DC Comics, New York, 1938 » Pagine/Capitoli: Circa 20 pp.
  • 7.  (A) Jackson, Shirley The Haunting of Hill House Penguin, New York, 2013 » Pagine/Capitoli: 235 pp.
  • 8.  (A) Dick, Philip K. The Man in the High Castle, in Four Novels of the 1960s The Library of America, New York, 2007 » Pagine/Capitoli: Circa 200 pp.
  • 9.  (A) Kubrick, Stanley The Shining Warner Bros., Burbank (CA), 1980 » Pagine/Capitoli: Film
  • 10.  (A) Miller, Frank The Dark Knight Returns DC Comics, New York, 1986 » Pagine/Capitoli: 200 pp.
  • 11.  (A) Morrison, Toni Beloved Plume, New York, 1988 » Pagine/Capitoli: 275
  • 12.  (A) Villeneuve, Denis Arrival Paramount Pictures, Hollywood (CA), 2016 » Pagine/Capitoli: Film
  • 13.  (A) Todorov, Tzvetan La letteratura fantastica Garzanti, Milano, 1981 » Pagine/Capitoli: 187 pp.
  • 14.  (A) Cornwell, Neil The Literary Fantastic Harvester Wheatsheaf, New York, 1990 » Pagine/Capitoli: pp. 1-56
  • 15.  (A) Ceserani, Remo Il fantastico Il Mulino, Bologna, 1996 » Pagine/Capitoli: pp. 1-115
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Ulteriori testi utili per approfondire l'analisi delle singole opere saranno indicati all'inizio del corso. Rivolgersi al docente per la loro reperibilità.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali dialogate e con dibattito; lavoro seminariale; esercitazioni.
Modalità di valutazione
  • Studenti frequentanti e non frequentanti: Presentazione e discussione, in sede di appello ufficiale d'esame, di un saggio scritto (in italiano, di circa 10.000 caratteri, da inviare al docente almeno 15 giorni prima dell'appello), su uno o più dei testi in programma + colloquio orale (in parte in inglese) sugli altri testi, con traduzione dall'inglese all'italiano di un loro brano.
    Indicatori: correttezza delle informazioni (1/3), capacità d'analisi critica del testo letterario (1/3), organizzazione logica del discorso (1/3).
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Inglese