Lingua e traduzione francese iii - Mod. b "interpretazione per l'impresa internazionale"

  • A.A. 2017/2018
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea L-12
Vincenzo Lambertini / Professore a contratto
Prerequisiti

Ottima padronanza della lingua italiana in tutti i suoi registri linguistici; buona capacità di comprensione e di produzione orale in lingua francese, avvalendosi di un'ampia gamma di registri linguistici, consoni a contesti situazionali e comunicativi di diverso genere e tipo.

Obiettivi del corso

Approfondimento delle conoscenze inerenti ai problemi linguistici, etici e deontologici tipici dell'interpretazione di trattativa e acquisizione di un'ottima capacità di gestione delle strategie; consolidamento delle capacità di comprensione e di produzione di una vasta gamma di discorsi orali di complessità crescente, ricorrendo a un eloquio scorrevole, spontaneo e corretto; approfondimento del lessico specialistico attinente ai settori degli affari e del commercio, della società e della religione, della medicina e del diritto; acquisizione di conoscenze specifiche inerenti alla funzione del mediatore linguistico/interprete nell'ambito di una trattativa commerciale, ospedaliera o in ambito giuridico-legale; consolidamento della capacità di reazione spontanea a problemi lessicali o di altra natura che potrebbero emergere in corso d'opera.

Programma del corso

Scopo del corso è consolidare le capacità e le abilità degli studenti nell'ambito
dell'interpretazione dialogica, con particolare riferimento al contesto professionale
trattato. In aula, verranno proposti esercizi volti a sviluppare le capacità di ascolto,
decodifica, comprensione, concentrazione, memorizzazione e riformulazione,
integrale o riassunta, in francese e in italiano, di discorsi orali di crescente entità e
complessità concettuale, presentati sotto forma di situazioni comunicative ispirate
alla realtà professionale, con particolare riferimento all'ambito commerciale, tecnico e medico francese e italiano. Le esercitazioni e simulazioni previste
verteranno su situazioni in cui è richiesta la presenza di un mediatore linguistico, il
quale fungerà da interprete in una trattativa d'affari o in un'interpretazione dialogica
in ambito ospedaliero o in ambito aziendale che vedrà coinvolti un francofono e un italofono rispettivamente in vari settori commerciali (calzatura, abbigliamento, turismo, fiere, macchinari industriali, ecc.) o nel corso di un'interazione medico-paziente mediata da interprete. Dato che il corso si prefigge un obiettivo altamente professionalizzante, non è prevista distinzione alcuna tra il programma dei frequentanti e dei non frequentanti, per i quali le modalità d'esame saranno esattamente identiche.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (C) Falbo, C., M. Russo e F. Straniero Sergio a cura di Interpretazione simultanea e consecutiva: problemi teorici e metodologie didattiche Hoepli, Milano, 1999
  • 2.  (C) Russo, M . e G. Mack a cura di Interpretazione di trattativa. La mediazione linguistico-culturale nel contesto formativo e professionale Hoepli, Milano, 2005
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

All'inizio e durante il corso, verranno indicati, se necessario, ulteriori riferimenti bibliografici nonché eventuali variazioni agli argomenti trattatati. Tali modifiche saranno comunicate in classe e pubblicate sul sito web del docente.

Metodi didattici
  • Lezioni frontali teoriche di approfondimento sui problemi deontologici dell'interpretazione dialogica, esercitazioni pratiche di traduzione a vista e
    interpretazione, gruppi di lavoro.
Modalità di valutazione
  • Orale: due traduzioni a vista it>fr e fr>it su una delle tematiche trattate; prova
    di interpretazione it<>fr di una situazione comunicativa bilingue sulla stessa
    tematica.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Francese

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

Francese