Gian Luigi Corinto

Gian Luigi Corinto

Professore di ruolo - II fascia / Geografia (M-GGR/01)
  • E-mail gianluigi.corinto@unimc.it
  • Skype gcorinto
  • Cellulare +39-3240007824
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
 

Professore associato di Geografia (M-GGR/01), docente di Ecotourism and Sustainable Destinations nel Master Degree di International Tourism and Destination Management  nell'Università di Macerata

Coordinatore della Sezione Ambiente e Territorio del Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo

I principali campi di ricerca sono geografia culturale, media e geografia, geografia del paesaggio turismo sostenibile, sviluppo locale, turismo sostenibile

I suoi lavori scientifici sono stati pubblicati in libri e riviste nazionali e internazionali

Info
Impossibile contattare uGov al momento. Per favore riprovare più tardi
  • M-GGR/01 - Geografia
Breve descrizione Settore ERC Parole chiave
Geografia culturale SH3: Environment, space and population: environmental studies, demography, social geography, urban and regional studies media, cultura, ambiente, territorio
Lingua Conoscenza
Inglese Eccellente
Francese Buono
Spagnolo (internazionale) Elementare
Latino Buono
Aree: Europa, Italia
Paesi: Francia, Malta, Portogallo, Spagna
Titolo Conservation and valorization of Marine Caves in Sardinia. Biod
Settore ERC SH3_1: Environment, resources and sustainability
Abstract PROGETTAZIONE DI UNA RETE ECOMUSEALE PER LA VALORIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DELLE IDENTITÀ LOCALI NELLE AREE COSTIERE.

La conservazione degli ecosistemi costieri rientra nel quadro più ampio della sostenibilità dell'uso delle risorse naturali. La conservazione e l’uso sostenibile delle risorse presenti negli ecosistemi costieri rappresenta una delle sfide future più impegantive per gli aspetti culturali e identirai locali, talora sottovalutati. Il progetto di ricerca intende fornire alle comunità locali e ai responsabili politici locali, nazionali ed europei un quadro coerente per la valutazione dei rischi e la gestione sostenibile del patrimonio culturale costiera attraverso il coinvolgimento degli attori locali. La forma di coivolgimento sociale denominata "ecomuseo" appare lo strumento più adatto ad avviare lo sviluppo del territorio, in quanto è il teatro reale nel quale si intrecciano le relazioni umane con il patrimonio materiale ed immateriale, le tradizioni e i modi di vita quotidiani. La progettazione ecomuseale si struttura attraverso un percorso partecipato su più fasi, finalizzate all’individuazione, alla conoscenza e alla trasmissione dei “valori costitutivi” del patrimonio territoriale nelle sue componenti ambientali, urbanistiche, paesaggistiche, antropologiche che divengono le pre-condizioni per la costruzione dello sviluppo locale autosostenibile. Uno sviluppo autosostenibile, fondato sul riconoscimento e la valorizzazione dell’identità dei luoghi, dove è fondamentale la partecipazione della società locale.
Parole chiave Ecomusei, Coste marine, Coinvolgimento sociale, Progettazione dal basso
Gruppo di lavoro Gian Luigi Corinto UNIMC, Salvatore Cannizzaro UNICT, Gruppo di ricerca AGEI - Roma
Info
Impossibile contattare uGov al momento. Per favore riprovare più tardi
  • MIUR
Info
Impossibile contattare uGov al momento. Per favore riprovare più tardi
 Orari di ricevimento
  • mercoledì dalle 14:00 alle 16:00 stanza 317 DSFBCT, piazzale Bertelli, 1 Macerata (previo appuntamento per email, tel: +393420007824, Skype: gcorinto)
 Download