Etica fondamentale - Mod. 2 - etica pubblica

  • A.A. 2019/2020
  • CFU 6
  • Ore 30
  • Classe di laurea LM-78
Luigi Alici / Professore di ruolo - I fascia / Filosofia morale (M-FIL/03)
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
Prerequisiti

Conoscenza completa della Storia della filosofia e possesso di nozioni fondamentali intorno ai metodi, obiettivi e tradizioni della Filosofia morale. Capacità di comprendere criticamente testi filosofici e stabilire connessioni teoriche

Obiettivi del corso

Attraverso una ricognizione critica intorno al dibattito sull'Antropocene, l'obiettivo è:
- favorire una conoscenza articolata della problematica relativa al rapporto tra beni collettivi e bene comune
- essere in grado di discuterne con autonomia di giudizio le implicazioni etiche e politiche
- far acquisire capacità di analisi e sintesi, comprensione applicata, argomentazione logica e valutazione critica di questioni complesse
- sviluppare competenze comunicative elevate e abilità relazionali.

Programma del corso

Natura e libertà: ambiente, beni pubblici e bene comune

1. La sfida dell'Antropocene: la crisi della biosfera, tra antropocentrsimo e biocentrismo

2. Il dibattito intorno all'ambiente: beni pubblici e bene comune

3. La natura tra libertà e responsabilità


Ai sensi del Regolamento didattico di ateneo, concernente la "possibilità di autorizzare (soprattutto per i corsi di laurea magistrale e di formazione avanzata) progetti di sperimentazione, ispirati a principi di innovazione didattica, che prevedano anche attività svolte in forme interdisciplinari e cooperative, sulla base di un coinvolgimento collegiale di più docenti" (art. 6, come 6, lett. C), la collaborazione fra gli insegnamenti di "Etica Fondamentale", modulo II, "Etica pubblica" (Prof. Luigi Alici) e di "Teorie della giustizia" (da attribuire) concorre allo sviluppo di un modulo interdisciplinare sul tema: "Giustizia sociale e giustizia ambientale". Il modulo, di cui verranno concordate con gli studenti forme e modalità, intende sviluppare attitudini cooperative, flessibilità cognitiva, capacità di articolare e coordinare temi e problemi in prospettiva interdisciplinare, favorendo il confronto di categorie e metodologie a partire da diversi ambiti del sapere e lo sviluppo di paradigmi argomentativi plurali. NON si richiede che gli studenti frequentino obbligatoriamente i due corsi.


Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) E. Ostrom Governare i beni collettivi Marsilio, Venezia, 2006 » Pagine/Capitoli: Per intero
  • 2.  (A) F. Botturi, A. Campodonico (edd) Bene comune: fondamenti e pratiche Vita e Pensiero, Milano, 2014 » Pagine/Capitoli: Per intero
  • 3.  (A) L. Alici Persona e bene comune: in dialogo con Maritain e Mounier, in A. Monzon, J.A. Martinez, E. Bea (edd.) , Colligite fragmenta Universitat de València, València, 2014 » Pagine/Capitoli: pp. 521-533
  • 4.  (C) A. Ghosh La grande cecità. Il cambiamento climatico e l'impensabile Neri Pozza, Vicenza, 2017
  • 5.  (C) T.H. Eriksen Fuori controllo. Un'antropologia del cambiamento accelerato Einaudi, Torino, 2017
  • 6.  (C) A. Cianciullo Ecologia del desiderio. Curare il pianeta senza rinunce Aboca, Sansepolcro, 2018
  • 7.  (C) F. Capra, P.L. Luisi Vita e natura. Una visione sistemica Aboca, Sansepolcro, 2014
  • 8.  (C) F. Capra Crescita qualitativa. Per un'economia ecologicamente sostenibile e socialmente equa Aboca, Sansepolcro, 2013
  • 9.  (C) C. Hess, E. Ostrom La conoscenza come bene comune: dalla teoria alla pratica Bruno Mondadori, Milano, 2002
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Avvertenze
1) Programma da 6 CFU:
a) per gli studenti che assicurano una frequenza attiva, lo studio può essere limitato ai seguenti testi obbligatori:
a1) Ostrom, "Governare i beni collettivi"
a2) Botturi/Campodonico, "Bene comune: fondamenti e pratiche"
a3) Alici, "Persona e bene comune: in dialogo con Maritain e Mounier"
b) chi partecipa a un'attività seminariale, con la produzione di un testo scritto, è esonerato da un'opera a scelta fra a1) oppure a2)
c) i testi consigliati offrono ulteriori opportunità di approfondimento, accreditabili previo accordo con il docente;
d) agli studenti non frequentanti o con debiti di frequenza saranno proporzionatamente assegnati, previo accordo con il docente, percorsi di studio integrativo.
2) Programma da 9 CFU: ai testi obbligatori deve essere aggiunto un ulteriore libro, scelto tra quelli consigliati

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate e partecipate
    - Approfondimento seminariale e gruppi di discussione
    - Possibilità di produrre di testi scritti
Modalità di valutazione
  • La prova è orale, con possibilità di valutazione di testi scritti, ed è volta ad accertare:
    - per il 30%: quantità e qualità delle conoscenze;
    - per il 30%: capacità di analisi, organizzazione e argomentazione logica;
    - per il 20%: competenze comunicative e abilità relazionali manifestate negli approfondimenti seminariali e nei gruppi di discussione;
    - per il 20%: chiarezza e rigore espositivo nell'esposizione scritta e orale.