Storia moderna - Modulo di introduzione alla storia del pensiero politico

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 4
  • Ore 20
  • Classe di laurea L-36
Paola Persano / Ricercatore / Storia delle dottrine politiche (SPS/02)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Storia moderna

Obiettivi del corso

Obiettivo del corso è ricostruire le principali linee di sviluppo storico del pensiero politico occidentale, cogliendo le radici originarie delle questioni e dei concetti che di quello sviluppo sono parte. In tale contesto, si punterà a tematizzare in chiave storica categorie, principi e valori caratteristici della modernità politica. Gli studenti dovranno affinare la propria capacità critico-concettuale al fine di acquisire gli strumenti minimi necessari alla lettura approfondita di alcuni fra i principali fenomeni politici del passato e del presente, cogliendone le continuità e discontinuità reciproche e mostrando di saper elaborare griglie interpretative personali e originali, ma mai banali.

Programma del corso

Oggetto specifico del corso sarà la genesi di alcuni fra i principali concetti della modernità politica (sovranità, stato, democrazia, cittadinanza, diritti, rivoluzione, costituzione) indagati in particolare guardando ad alcuni dei più rappresentativi contesti storici dell'Europa a cavallo fra il XV e il XVIII secolo. In quest'ottica, particolare attenzione sarà dedicata al profilarsi dell'individualismo giuridico e politico nei suoi aspetti di massima connessione e, al tempo stesso, di tensione con la statualità moderna.

Programma di esame:


- Machiavelli
- Le dottrine della statualità moderna: i politiques e Bodin
- I monarcomachi: la sovranità e il patto
- Il giusnaturalismo moderno
- Hobbes
- Locke
- Montesquieu
- Rousseau
- Sieyes
- Il pensiero politico femminile e femminista: Mary Wollstonecraft e Olympe de Gouges.


Programma per studenti frequentanti:
- R. GHERARDI (a cura di), La politica e gli Stati. Problemi e figure del pensiero occidentale, Roma, Carocci, 2015 (nelle parti indicate nel corso delle lezioni)

- Uno a scelta dei seguenti testi: a) N. MACHIAVELLI, Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio, Milano, Garzanti, 1984 oppure Torino, Einaudi, 2000 b) T. HOBBES, De Cive, a cura di Tito Magri, Roma, Editori Riuniti, 1997 c) J. LOCKE, Trattato sul governo, Roma, Editori Riuniti, 1992 d) J.J. ROUSSEAU, Il contratto sociale, Milano, Feltrinelli, 2003 e) O. DE GOUGES, Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina, Genova, Il Melangolo, 2007 + M. WOLLSTONECRAFT, Sui diritti delle donne, Milano BUR, 2008

Programma per studenti non frequentanti:
- R. Gherardi (a cura di), La politica e gli Stati, Roma, Carocci, 2015, fino a Sieyes incluso (esclusi i saggi 1, 3 e 6 della prima parte; e Grozio, Spinoza, Smith e Burke della seconda parte)
- Uno a scelta dei seguenti classici: a) N. MACHIAVELLI, Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio, Milano, Garzanti, 1984 oppure Torino, Einaudi, 2000 b) T. HOBBES, De Cive, a cura di Tito Magri, Roma, Editori Riuniti, 1997 c) J. LOCKE, Trattato sul governo, Roma, Editori Riuniti, 1992 d) J.J. ROUSSEAU, Il contratto sociale, Milano, Feltrinelli, 2003 e) O. DE GOUGES, Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina, Genova, Il Melangolo, 2007 + M. WOLLSTONECRAFT, Sui diritti delle donne, Milano BUR, 2008

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Gherardi La politica e gli Stati Carocci, Roma, 2015
Metodi didattici
  • - Lezioni frontali dialogate
    - Visione di materiali iconografici (in particolare, pittura moderna e contemporanea) con commenti da parte degli studenti chiamati a lavorare individualmente o in gruppo
Modalità di valutazione
  • La prova finale sarà orale e tenderà ad accertare le conoscenze strettamente legate all'oggetto del corso, ma anche la complessive competenze critico-argomentative delle/degli studenti, privilegiandone in particolare la capacità di mettere costantemente in relazione tra loro le varie parti del programma d'esame.

    In aggiunta alla prova orale, per i soli studenti frequentanti l'esame verterà anche sulla valutazione di quanto emerso durante le lezioni: partecipazione reale alla discussione e al confronto; commenti critici alla visione dei materiali iconografici.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese, Francese, Spagnolo

  Torna alla scheda
Calendario
  Materiali didattici