Storia del pensiero economico

  • A.A. 2016/2017
  • CFU 8
  • Ore 40
  • Classe di laurea L-36
Stefano Spalletti / Professore di ruolo - II fascia / Storia del pensiero economico (SECS-P/04)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

Elementi di economia

Obiettivi del corso

Il corso si propone di ricostruire - sia con approccio assolutista che relativista - lo sviluppo della
teoria economica dai mercantilisti fino a Keynes. Comprendere gli aspetti metodologici e analitici
delle teorie passate stimola la conoscenza critica dell'economica studiata oggi, nella
consapevolezza che essa non è l'unica possibile, né è l'unica teoria 'vera'.
Con questo bagaglio di conoscenze, al termine del corso lo studente acquisirà un approccio
pluralistico per lo studio delle idee economiche. In particolare, sarà stimolata in lui la conoscenza
competitiva del sapere economico, all'interno della quale si confrontano visioni diverse e spesso
contrastanti del mondo. Ciò permetterà allo studente di possedere conoscenze teoriche di
orientamento utili per elaborare analisi e redigere rapporti socio-economici

Programma del corso

Per l'obiettivo di comprendere gli aspetti metodologici e analitici delle teorie passate:
- Metodologia della scienza economica e della storia del pensiero economico
- Economia pre-classica: Mercantilismo e Fisiocrazia
- Adam Smith e la nascita dell'economia politica: valori etici e valori di mercato. Parte di
questo contenuto sarà approfondito con l'analisi del modello smithiano del rapporto tra etica ed
economia insegnato nel corso "Etica ed economia" (LM-36)
- Popolazione, produzione, consumo: Ricardo, Malthus e Say
- J. S Mill e il declino dell'economia politica classica
- Karl Marx: classico e rifondatore dell'economia politica

Per l'obiettivo di approfondire la conoscenza critica dell'economica studiata oggi, nella
consapevolezza della sua pluralità:
- L'economia marginalista: rivoluzione e controrivoluzione
- Teorie soggettive del valore: Jevons e Menger
- Le due versioni dell'equilibrio: Walras e Marshall
- Schumpeter: sviluppo economico e ciclo
- L'economia secondo Keynes

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) Landreth H. - Colander D. C. Storia del pensiero economico Il Mulino, Bologna, 1996 » Pagine/Capitoli: della parte quarta studiare solo da pagina 642 a pagina 648; della parte quinta studiare solo il capitolo XV
Metodi didattici
  • - Nella prima parte del corso, fino alla conoscenza dell'economia classica e neoclassica, le lezioni
    saranno frontali e partecipate. In questa parte, l'argomento "Adam Smith e la nascita
    dell'economia politica: valori etici e valori di mercato" sarà condiviso con il corso "Etica ed
    economia" (LM-36) della prof.ssa Benedetta Giovanola. Due lezioni saranno quindi effettuate in
    modalità comune e dialogica;

    - Dopo l'analisi di "Le due versioni dell'equilibrio: Walras e Marshall", il metodo utilizzato nelle
    lezioni sarà dialogato;

    - Durante tutto il corso i temi trattati saranno approfonditi con letture dirette delle fonti primarie
    effettuate dagli archivi internet (HET-web sites). Tali letture saranno effettuate in classe sotto la
    guida del docente.

Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento delle conoscenze dello studente è effettuata in forma orale, con domande
    tese ad accertare la conoscenza del programma. In particolare, la valutazione terrà conto:
    - per 2/3, delle conoscenze dirette acquisite dallo studente con lo studio dei testi e/o con l'ascolto
    dalle lezioni;
    - per 1/3, dalla capacità critica di effettuare collegamenti metodologici e/o analitici tra i vari aspetti
    della materia.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

Inglese