Benedetta Barbisan

Benedetta Barbisan

Professore di ruolo - II fascia / Diritto pubblico comparato (IUS/21)
  • Tel. interno (+39) 0733 258 2771
  • E-mail benedetta.barbisan@unimc.it
Dipartimento di Scienze politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali
 

Università, metodi all'altezza di comunità serie e civili

da «La Stampa», 13 novembre 2014

www.lastampa.it/2014/11/13/cultura/opinioni/lettere-al-direttore/universit-metodi-allaltezza-di-comunit-serie-e-civili-AFVLCiLOxl9ScYpeT3B8mL/pagina.html

Gentile Direttore,

Le scrivo di getto, portata da un moto di indignazione che, però, non è un lampo di rabbia improvvisa. È, invece, l'espressione di un pensiero lungamente coltivato, nutrito quotidianamente nello svolgimento del mio mestiere. È anche l'espressione di un grande dolore, di frustrazione e disagio, come pure di voglia di fare e di speranza.

Sono un'accademica appena quarantenne in Diritto pubblico comparato all'Università di Macerata, formatasi in Italia e negli Stati Uniti, prima al Boston College, poi a Harvard, infine a Yale. Ho deciso di scriverLe dopo aver letto delle difficoltà che l'Università di Bari sta attraversando nel valutare se il divieto di assumere nello stesso ateneo i parenti fino al quarto grado dei docenti già in ruolo si estenda anche alle mogli e ai mariti. Come docente di un'università italiana, sento l'urgenza di non lasciare ai soli cronisti l'esclusiva dell'indignazione.

Uno dei miei mentori americani, al tempo in cui era preside della facoltà di legge di Yale, rispose al Presidente degli Stati Uniti, che lo chiamava per caldeggiare l'ammissione del figlio di un senatore, che il preside non era coinvolto nelle procedure di valutazione delle candidature. Quando mi raccontò questo episodio, mi insegnò che l'orgoglio istituzionale del preside della Yale Law School non poteva essere inferiore neppure a quello del Presidente. Ricusare quella segnalazione significava, ancor prima che il principio di trasparenza e di equità, ribadire il senso di un mestiere - di professore -, l'indipendenza di un'istituzione - la prima facoltà di legge d'America -, il valore di una missione - la formazione della futura classe dirigente.

Forse si tratta di un episodio evocativo ma inutile per chi sia convinto che questo genere di orgoglio possa allignare solo nelle blasonate università americane. Qualcun altro liquiderebbe la storia dicendo che noi non siamo l'America.

Quello che so per averlo imparato è che un'istituzione diventa grande e importante solo se creda che grande e importante è la sua funzione, solo se la comunità che la abita voglia svolgere nella pienezza della sua portata quella funzione al fine di restituire alla società una classe dirigente degna e capace. Questa è la responsabilità degli accademici e delle università in ogni latitudine. Nessuna legge può davvero imporla; se, però, essa venisse meno, sarebbe la stessa istituzione a venire meno, e il Paese a pagarne il prezzo.

Dov'è stato relegato questo senso di responsabilità, l'orgoglio dell'istituzione che si rappresenta - un'istituzione pubblica, mentre Yale è solo una fondazione privata! - nella vicenda di Bari, nelle parole del Rettore secondo cui «quella del Collegio dei garanti non è un'interpretazione univoca», sebbene il Presidente di quello stesso Collegio avesse richiamato l'interpretazione costituzionalmente più corretta del divieto imposto dalla legge, un divieto «irragionevole per gli affini entro il quarto grado e non per il coniuge»? Se dovesse prevalere l'interpretazione meno restrittiva, di chi sarebbe la responsabilità? Del legislatore, per la sua imperizia nel redigere la norma, o dell'interprete, incapace di riconoscerne la ratio?

Mi sono rivolta a Lei, dottor Calabresi, come lettrice del Suo giornale, il primo che legga ogni mattina. Ho avuto modo in questi anni di apprezzare lo sforzo intelligibile e assai meritorio di intercettare le generazioni più giovani. È a Lei che mi è venuto di affidare questi pensieri, che tenevo a esprimere per un dovere di testimonianza in una sede diversa da quella in cui insieme ad altri cerco di portare il mio contributo per un'università migliore - per un'Italia migliore.

Sono felice del mio mestiere e di poterlo fare in Italia. Avevo la possibilità di trasferirmi negli Stati Uniti e non l'ho fatto, anche perché questo Paese ha bisogno di buona volontà, e io volevo contribuire con la mia, nella convinzione che quello che conti non sia la modestia del proprio ruolo, quanto l'impegno di lasciare quello che si è trovato un po' meglio di come fosse quando si è arrivati.

L'Italia ha bisogno di una classe dirigente per il suo futuro e le università sono le istituzioni chiamate a formarla. La classe dirigente italiana del futuro ha bisogno di conoscenza e schiena dritta. Non basta insegnare il calcolo differenziale, il diritto tributario o la storia antica. Servono l'esempio, la pratica quotidiana del rigore, il rispetto della legge, qualità, coraggio e un po' di fantasia. Sogno un'università così, fatta di esempi da imitare, di parole che ispirino i giovani e facciano venire loro voglia di essere migliori. Certamente lunga è la strada e assai complicata - e ho abbastanza esperienza di come vada il mondo accademico italiano per non farmi illusioni. Rivendico il diritto, però, di impegnarmi per un'università in cui aspirazioni come la mia - che è quella di tanti - non siano solo l'incanto degli ingenui, e considero un autentico privilegio di poterlo insegnare nel mio piccolo.

Benedetta Barbisan

professore associato di Diritto pubblico comparato dell'Università degli Studi di Macerata

Spesso non ci rendiamo conto di come i nostri comportamenti e gli standard che accettiamo non siano all'altezza di comunità serie e civili. Troppo spesso ci arrendiamo o o facciamo l'abitudine a metodi inefficienti e umilianti, ma grazie al cielo c'è ancora chi è capace di farci aprire gli occhi.

Mario Calabresi

  • [in corso di pubblicazione] B. BARBISAN; B. - BONAFÈ; B. I, The Role of the Courts and the Evolution of Judicial Review in the US and the EU: A Comparative Perspective, in Principles and Best Practices of Public Administration in Italy and the United States: The State of the Art pp. 1 - 15 (ISBN: 01900692)
  • 2015 Benedetta Barbisan, Premessa, in Robert A. Burt Libertà e giustizia per tutti. Cosa possono fare le Corti contro la discriminazione negli Stati Uniti; Bologna, Bologna : Società Editrice Il Mulino; pp. 1 - 12
  • 2015 Amato, Giuliano; Barbisan, Benedetta, Premessa, in Amato, Giuliano; Barbisan, Benedetta La Corte costituzionale e le Corti europee. Fra diversità nazionali e visione comune; Bologna, Società editrice il Mulino; pp. 1 - 10
  • 2015 Amato, Giuliano; Barbisan, Benedetta, La Corte costituzionale e le Corti europee. Fra diversità nazionali e visione comune, ; Bologna, Società editrice il Mulino; pp. 1 - 150
  • 2015 Benedetta Barbisan, Libertà e giustizia per tutti. Cosa possono fare le Corti contro la discriminazione negli Stati Uniti, in Robert A. Burt ; Bologna, Bologna : Società Editrice Il Mulino; pp. 15 - 200 (ISBN: 978-88-15-25333-0)
  • 2015 Benedetta Barbisan, Comparative Constitutional Law in an Uncertain World.,
  • 2015 Benedetta Barbisan, Libertà e giustizia per tutti. Cosa possono fare le Corti contro la discriminazione negli Stati Uniti, in Robert A. Burt ; Bologna, Bologna : Società Editrice Il Mulino; pp. 1 - 200 (ISBN: 978-88-15-25333-0)
  • 2014 Barbisan Benedetta, The Vincent Lambert Case: Who Will Be Able to Unravel the Knot?, in BIOLAW JOURNAL, 2/2014; Trento, Università degli Studi di Trento; pp. 217 - 227 (ISSN: 2284-4503)
  • 2014 Barbisan, Benedetta, Vivere insieme all'ombra del velo, in DIRITTO PUBBLICO, 3; Bologna, Società editrice il Mulino; pp. 1047 - 1074 (ISSN: 1721-8985)
  • 2014 Benedetta Barbisan, The ECHR Article 8: Cordon Sanitaire or Isolation Tank? Homosexuality, Transsexualism, and Sado-Masochism in the ECtHR Case-law.,
  • 2013 Benedetta Barbisan, Premessa, in Guido Calabresi Il mestiere di giudice. Pensieri di un accademico americano; Bologna, Bologna : Società Editrice Il Mulino; pp. 7 - 13 (ISBN: 9788815247698)
  • 2013 Benedetta Barbisan, Il mestiere di giudice. Pensieri di un accademico americano, in Guido Calabresi ; Bologna, Bologna : Società Editrice Il Mulino; pp. 1 - 140 (ISBN: 9788815247698)
  • 2012 B. Barbisan, Paradossi e finzioni del "diritto a morire" nella giurisprudenza degli Stati Uniti a partire dal caso Quinlan, in DIRITTO PUBBLICO, 1/2012 pp. 250 - 280 (ISSN: 1721-8985)
  • 2012 B. Barbisan, Countermajoritarian difficulty e principio di rappresentanza, in Il governo del popolo, 2; Roma, Viella; pp. 31 - 43 (ISBN: 9788883346774)
  • 2012 B. Barbisan, La tutela dei diritti negli Stati Uniti: la privacy e la "giusta distanza", in Diritti fondamentali e giustizia costituzionale. Esperienze europee e nord-americane; Milano, Giuffré; pp. 427 - 446 (ISBN: 8814174067)
  • 2012 B. Barbisan, Paradoxes and Fictions of the "Right to Die": Hyper-Rationalism in the Quinlan Case, in Il diritto alla fine della vita. Principi, decisioni, casi; Napoli, ESI - Edizioni Scientifiche Italiane; pp. 539 - 570 (ISBN: 9788849523799)
  • 2011 B. Bonafe'; B. Barbisan, ‘Preventing an Appeal to the Sword’: The Role of the Judiciary in American Federalism and European Integration, in INTERNATIONAL JOURNAL OF PUBLIC ADMINISTRATION, volume 34 (2011); OXFORD, ROUTLEDGE; pp. da 123 - a 128 (ISSN: 0190-0692)
  • 2010 B. BARBISAN, Marbury v. Madison e le origini della giustizia costituzionale negli Stati U, in STORIA AMMINISTRAZIONE COSTITUZIONE, 19 Il Mulino, Bologna; pp. 7 - 164 (ISSN: 1126-5825)
  • 2010 B. BARBISAN; B, Scioglimento delle Camere e forma di governo, in I mutamenti della forma di governo tra modifiche tacite e proposte di riforma; ROMA, Aracne; pp. 319 - 344 (ISBN: 9788854829602)
  • 2010 B. BARBISAN, Osmosis, Dialogue, and Cross-fertilization among Courts in the Matter of Personal Autonomy, Privacy, and the Right to Die, in Constitutions and Principles pp. 1 - 30
  • 2010 B. BARBISAN, L'uomo e la sua privacy (I). Il marchese de Sade approda a Strasburgo, in articolo pubblicato nel sito www.diritticomparati.it
  • 2009 B. BARBISAN, La morte che ci sfugge. Le dichiarazioni anticipate di volontà ed il limite del rispetto della persona umana, in ASTRID RASSEGNA, 2009 Roma: Fondazione ASTRID; pp. 1 - 15 (ISSN: 2038-1662)
  • 2009 B. BARBISAN, Marbury v. Madison e la mitologia costituzionale americana, in Alle origini del costituzionalismo negli Stati Uniti. pp. 1 - 12
  • 2008 B. BARBISAN, Nascita di un mito. Washington, 24 febbraio 1803: le origini della giustizia costituzionale negli Stati Uniti, ; BOLOGNA, Il Mulino; pp. 1 - 260 (ISBN: 9788815125583)
  • 2007 B. BARBISAN, «L’invenzione della Marbury v. Madison», in GIORNALE DI STORIA COSTITUZIONALE, 11 Editore Quodlibet Luogo pubbl. Macerata; pp. 145 - 164 (ISSN: 1593-0793)
  • 2007 B. BARBISAN; B, El Ministerio de Relaciones con el Parlamento en Italia, in La coordinaciòn de las relaciones entre el Gobierno y el Parlamento. Una mirada; MADRID, Ministerio de la Presidencia; pp. 211 - 235 (ISBN: 9788474711363)
  • 2006 B. BARBISAN; PINELLI CESARE, «Good night, and good luck», in 900, 2006 Roma, Carocci; pp. 75 - 100 (ISSN: 2036-8836)
  • 2006 B. BARBISAN, «Revisioni della Costituzione e revisionismo», in 900, 2006 Roma, Carocci; pp. 120 - 135 (ISSN: 2036-8836)
  • 2004 B. BARBISAN, «Una ragionevole apologia dei diritti umani?», in 900, 2004 Roma, Carocci; pp. 130 - 152 (ISSN: 2036-8836)
  • 2003 B. BARBISAN, «Come fu che gli uomini salirono il Monte Olimpo: le procedure di designazione e di nomina dei giudici alla Corte Suprema federale degli Stati Uniti», in GIORNALE DI STORIA COSTITUZIONALE, 5 Editore Quodlibet Luogo pubbl. Macerata; pp. 187 - 202 (ISSN: 1593-0793)
  • 2003 B. BARBISAN, «Un esempio di dialogo costituzionale: il «new judicial federalism» negli Stati Uniti e la Corte europea di Strasburgo in un caso sulla libertà sessuale degli omosessuali», in DIRITTO PUBBLICO COMPARATO ED EUROPEO, 20 G. Giappichelli Editore; pp. 179 - 195 (ISSN: 1720-4313)
  • 2003 B. BARBISAN; B, Una sentenza della CEDU in tema di eutanasia, in articolo pubblicato su www.associazionedeicostituzionalisti.it
  • 2002 B. BARBISAN, «Sacralità della vita e bilanciamento nella giurisprudenza inglese ed in quella della Corte Europea dei diritti dell’uomo», in IL FORO ITALIANO, 4 Bologna Italy: Zanichelli Editore Spa; pp. 256 - 280 (ISSN: 0015-783X)
  • 2002 B. BARBISAN, «La tutela dei diritti fondamentali negli Stati Uniti: esperienze a confronto con l’Italia su alcuni diritti», in Il giudizio sulle leggi e la sua "diffuzione". Verso un controllo di costituzionalità di tipo diffuso?; TORINO, Giappichelli; pp. 341 - 373 (ISBN: 9788834821336)
  • 2002 B. BARBISAN, «La tutela dei diritti fondamentali negli Stati Uniti: esperienze a confronto con l’Italia su alcuni diritti», in Il giudizio sulle leggi e la sua “diffusione”. Verso un controllo di costituzionalità di tipo diffuso?; TORINO, giappichelli;
  • 2002 B. BARBISAN; B, L'affaire Perruche ed il risarcimento del "diritto a non nascere", in articolo pubblicato su www.associazionedeicostituzionalisti.it
  • 2001 B. BARBISAN, «Alle origini del successo della Corte Suprema, in GIORNALE DI STORIA COSTITUZIONALE, 1 Editore Quodlibet Luogo pubbl. Macerata; pp. 125 - 153 (ISSN: 1593-0793)
  • 2001 B. BARBISAN, «Il “diritto a morire” negli Stati Uniti secondo l’interpretazione costituzionale del XIV Emendamento», in DIRITTO PUBBLICO, 1 -Attuale:Bologna: Il Mulino. -Cedam Spa:via Jappelli 5-6, I 35121 Padua Italy:011 39 049 8239148, EMAIL: info@cedam.com, INTERNET: http://www.cedam.com, Fax: 011 39 049 8752900; pp. 175 - 217 (ISSN: 1721-8985)
  • 2001 B. BARBISAN, «Vaccinazioni obbligatorie, trattamenti necessari e solidarietà per danni», in GIURISPRUDENZA COSTITUZIONALE, 6 Giuffre Editore Spa:via Busto Arsizio 40, I 20151 Milan Italy:011 39 02 38089200, EMAIL: distrib@giuffre.it, INTERNET: http://www.giuffre.it, Fax: 011 39 02 38009582; pp. 4117 - 4131 (ISSN: 0436-0222)
  • 1998 B. BARBISAN, «Tipologie e limiti dell’immunità presidenziale nella pronuncia Clinton v. Jones», in GIURISPRUDENZA COSTITUZIONALE, 4 Giuffre Editore Spa:via Busto Arsizio 40, I 20151 Milan Italy:011 39 02 38089200, EMAIL: distrib@giuffre.it, INTERNET: http://www.giuffre.it, Fax: 011 39 02 38009582; pp. 2581 - 2617 (ISSN: 0436-0222)
Informazione non pervenuta
Informazione non pervenuta
Informazione non pervenuta
Informazione non pervenuta
Informazione non pervenuta
  • Titolo: Serie «Alberico Gentili Lectures»
  • Tipologia: comitati di redazione di collane scientifiche
  • Parole chiave:
  • Anno di avvio: 2012
  • Sito Web:
Informazione non pervenuta
  • Oggetto del finanziamento: Mitologie del popolo: crisi della rappresentanza e organicismo politico nel dibattito europeo tra le due Guerre
  • Tipologia: (11.01) progetti ministeriali
  • Bando competitivo: si
  • Settore ERC:
  • Parole chiave:
  • Anno di avvio: 2009
  • Durata: 24
  • Sito Web:
  • Oggetto del finanziamento: Social Justice in the XXIst Century: Individual Rights v. Public Responsibilities for a New Welfare State
  • Tipologia: (11.03) progetti con altri soggetti e rapporti con il territorio
  • Bando competitivo: si
  • Settore ERC:
  • Parole chiave:
  • Anno di avvio: [in corso di pubblicazione]
  • Durata: 18
  • Sito Web:
 Orari di ricevimento
  • During teaching periods, my office hours are in between my classes. When I do not teach, it is possible to have a meeting at a mutually convenient time. In both cases, please send an email to set an appointment.
 Download
 Notizie