Diritto costituzionale comparato

  • A.A. 2018/2019
  • CFU 8
  • Ore 60
  • Classe di laurea L-36
Benedetta Barbisan / Professoressa di ruolo - II fascia / Diritto pubblico comparato (IUS/21)
Dipartimento di Scienze Politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali
Prerequisiti

È consigliato di sostenere previamente l'esame di Istituzioni di diritto pubblico, così
come sono richieste nozioni di base di storia moderna e contemporanea.

Obiettivi del corso

Il corso riguarda alcuni dei temi cruciali del diritto costituzionale comparato, come
l'interpretazione costituzionale delle corti, la protezione dei diritti fondamentali, le
forme di Stato e di governo, i sistemi elettorali, l'organizzazione territoriale, che
verranno affrontati mediante l'indicazione di materiali (letteratura, giurisprudenza)
che gli studenti saranno tenuti a leggere prima di ogni lezione per partecipare alla
discussione in classe.

L'obiettivo è di consentire agli studenti di prendere familiarità con le questioni più
problematiche del diritto costituzionale comparato, di sviluppare un approccio
personale, critico e elaborato sui temi sollevati e di saper presentare e discutere i
propri argomenti con il resto della classe durante il confronto.

Programma del corso

Il programma riguarda i temi salienti del diritto costituzionale comparato: le forme di
Stato e di governo, la loro efficienza e stabilità, i sistemi elettorali, la protezione dei
diritti fondamentali, il ruolo delle corti e l'interpretazione costituzionale, il principio di
rappresentanza, il ruolo dei corpi intermedi (partiti politici, associazioni e movimenti)
e il rapporto fra elettore ed eletto.

Il materiale didattico è formato da letteratura italiana e straniera e dalla
giurisprudenza di Corti costituzionali e supreme, nonchè di Corti internazionali come
quella dei diritti dell'uomo di Strasburgo.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) . . ., ., » Pagine/Capitoli: .
  • 2.  (C) . . ., ., » Pagine/Capitoli: .
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Per gli studenti non frequentanti, si consiglia di fare riferimento come programma di esame al manuale seguente:

Cesare Pinelli, Forme di Stato e forme di governo, Napoli, Jovene, ult. ediz.

Metodi didattici
  • Le lezioni sono informali e interattive, volte a coinvolgere in modo dialogico gli
    studenti in una discussione in classe dei problemi e delle questioni sollevate. Una
    serie di materiali è caricata sulla pagina del docente, da leggere di settimana in
    settimana in preparazione delle lezioni.
Modalità di valutazione
  • Il corso pratica un metodo di valutazione continua, registrando lo sviluppo da parte
    degli studenti della loro attitudine a rielaborare i materiali suggeriti, a condividere con
    i propri colleghi le loro riflessioni in merito e alla interazione nel confronto con gi altri.

    L'esame finale sarà formato da due prove: una relazione scritta, inviata al docente
    qualche giorno prima della sessione d'esame e svolta su un tema precedentemente
    indicato (i temi e l'intero calendario saranno pubblicati sulla pagina web del docente).
    Nel giorno dell'esame, si terrà una discussione sui contenuti della relazione,
    auspicabilmente coinvolgendo tutti gli studenti in una discussione generale.

    Per gli studenti non frequentanti, si suggerisce lo studio di Cesare Pinelli, forme di
    Stato e forme di governo, Napoli, Jovene, ult. ediz. L'esame sarà costituito da una
    prova scritta con domande aperte e da un colloquio orale a seguire.
Lingue, oltre all'italiano, che possono essere utilizzate per l'attività didattica

English

Lingue, oltre all'italiano, che si intende utilizzare per la valutazione

English

  Torna alla scheda
 Notizie
  Materiali didattici
  •  Il diritto costituzionale comparato al cinema

    Questo è un elenco di film che, più o meno incidentalmente, illustrano alcuni passaggi della storia costituzionale o i meccanismi delle forme di governo. ITALIA Tutti a casa (di Luigi Comencini, Italia, 1960): l'armistizio dell'8 settembre 1943 Una vita difficile (di Dino Risi, Italia, 1961): la costruzione della Repubblica Il sorpasso (di Dino Risi, italia, 1962): ritratto dell'Italia del boom economico Una giornata particolare (di Ettore Scola, Italia, 1977): il fascismo visto con gli occhi dei deboli Il mestiere delle armi (di Ermanno Olmi, Italia, 2001): la difficoltà di sentirsi un Paese unito viene da lontano A Girlfriend in a Coma (di Bill Emmett, UK, 2012): i vizi e le virtù d'Italia visti da uno straniero che la ama REGNO UNITO The Madness of King George (di NIcholas Hyner, UK, 1994): come è cambiata la figura del Primo Ministro The Queen (di Stephen Frears, UK, 2007): il rapporto fra Sovrano e Primo Ministro The KIng's Speech (di Tom Hooper, UK, 2010): quando il Re abdicò e la monarchia rischiò di fallire The Crown (di Stephen Daldry et al., UK, 2016): la storia della monarchia inglese dagli anni Trenta fino al passaggio della Corona a Elisabetta II Darkest Hour (di Joe Wright, UK, 2017): la Battaglia di Londra nel 1940 e Winston Churchill FRANCIA La battaglia di Algeri (di Gillo Pontecorvo, Francia, 1966): il disfacimento dell'impero coloniale francese in Africa La prise de pouvoir de Louis XIV (di Roberto Rossellini, Francia, 1969): il potere nella monarchia assoluta Indochine (di Rogér Warner, Francia, 1992): la fine dell'impero coloniale in Asia e la nascita del Vietnam Le promeneur du champ de Mars (di Robert Guédiguian, Francia, 2005): la figura del Presidente della Repubblica incarnato da François Mitterrand STATI UNITI Mr. Smith Goes to Washington (di Frank Capra, USA, 1939): la politica e le istituzioni al loro meglio The Candidate (di Michael Ritchie, USA, 1972): come si elegge un senatore The Godfather Part I and II (di Francis Ford Coppola, USA, 1972 e 1974): l'individualismo americano Gangs of New York (di Martin Scorsese, USA, 2002): le bande criminali alle origini della democrazia americana Good night, and good luck (di George Clooney, USA, 2005): il maccartismo e la libertà di espressione Lincoln (di Steven Spielberg, USA, 2012): la guerra civile e l'abolizione della schiavitù House of Cards (di AA.VV., USA, 2013): Congresso e Presidenza CINA The Last Emperor (di Bernardo Bertolucci, USA, 1987): la fine dell'impero cinese GIAPPONE I sette samurai (di Akira Kurosawa, Giappone, 1954): il potere agli albori della civiltà nipponica ARGENTINA La historia oficial (di Luis Puenzo, Argentina, 1985): la tragedia dei desaparecidos El secreto de sus ojos (di Juan José Campanella, argentina, 2009): gli orrori della dittatura militare

  •  Letture per il corso

    Le letture verranno segnalate di settimana in settimana in preparazione per le lezioni successive. Per le forme di governo che verranno trattate, si consiglia la lettura di: - Alessandro Torre, Regno Unito, Il Mulino - Enrico Grosso, Francia, il Mulino - Francesco Palermo et al., Germania, il Mulino Letture monografiche: - Guido Calabresi, Il mestiere di giudice. Pensieri di un accademico americano, il Mulino, 2013 - Giuliano Amato e Benedetta Barbisan, Corte costituzionale e Corti europee. Fra differenze nazionali e visione comune, il Mulino, 2015 - Giuliano Amato e Ernesto Galli della Loggia, Europa perduta?, il Mulino, 2014 - Jan-Werner Müller, Che cos'è il populismo?, EGEA - Edizioni Università Bocconi, 2017Francesco Palermo et al, Germania, il Mulino

  •  Per le lezioni dell'1, 2 e 3 ottobre

     

    • La Costituzione della Repubblica popolare cinese (ultimi emendamenti: 2004)

      Entrata in vigore nel 1982, ha subito alcune sostanziali modifiche nei decenni. Leggere il Preambolo.

    • La Costituzione dell'Ungheria (2011)

      Fra le più recenti adottate in Europa, rappresenta la costituzione dell'Ungheria del partito Fidesz di Victor Orbán. Leggere gli articoli da A a L.

    • La legge fondamentale tedesca (1949)

      Redatta all'indomani della Seconda guerra mondiale, chiamata Legge fondamentale in attesa che potesse essere adottata anche dalle regioni cadute sotto il controllo sovietico, non ha cambiato nome con l'unificazione del 1989. Leggere il Preambolo e i primi tre articoli.

    • La Costituzione degli Stati Uniti (1787)

      Composta da sette Articoli e dal Bill of Rights, che venne allegato nel 1791, è a tutt'oggi la costituzione più longeva del mondo (con la possibile eccezione della Costituzione dello Stato del Massachusetts. Leggere i primi tre articoli e il Bill of Rights (soprattutto i primi dieci emendamenti, il XIII, XIV e XV).