Pedagogia sperimentale

  • A.A. 2015/2016
  • CFU 13
  • Ore 82
  • Classe di laurea LM-85 bis
Luca Girotti / Ricercatore / Pedagogia sperimentale (M-PED/04)
Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo
Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti o propedeuticità vincolanti, tuttavia è opportuno aver
già frequentato il/un corso di didattica generale.

Obiettivi del corso

Conoscere i principali temi, problemi, aspetti del dibattito culturale, scientifico e
pedagogico circa la ricerca educativa e la valutazione scolastica; con particolare
riferimento, per la prima, alla costruzione di un impianto di ricerca empirica,
nell'ambito del rapporto fra professionalità educativa e competenza di ricerca, per la
seconda agli aspetti didattici, tecnici, istituzionali, regolamentari e di sistema.
Acquisire e saper utilizzare correttamente i concetti fondamentali, il linguaggio
specifico, le competenze metodologiche nel campo della ricerca educativa e della
valutazione scolastica.

Programma del corso

Nel rispetto di quanto indicato nella tabella 1 del DM 10 settembre 2010, n. 249,
secondo cui il profilo dei laureati dovrà comprendere per "pedagogia sperimentale" la
conoscenza di "metodologia della ricerca" e "tecniche di valutazione", il corso prende
in esame apetti/temi/problemi/questioni/prospettive fondamentali della riflessione
pedagogica intorno alla metodologia della ricerca educativa e alla valutazione
scolastica, con attenzione alle attuali politiche pubbliche in materia.
Il corso è articolato in insegnamento (12 cfu) e laboratorio (1 cfu - frequenza
obbligatoria)

Programma insegnamento (12 cfu)
Il contesto scuola
Educational research, new assessment, teacher education: il dibattito internazionale
Ricerca educativa, valutazione scolatica, formazione docente: il dibattito nazionale
Ricerca educativa e politiche scolastiche
Ricerca e professionalità educativa
Costruire un percorso di ricerca empirica in campo educativo
Conoscere gli strumenti di rilevazione
Impiegare gli strumenti di rilevazione
Teorie, storia, categorie, funzioni, dimensioni della valutazione
Oggetti della valutazione: apprendimento, competenze, ricadute
Metodi quantitativi/qualitativi, strumenti, prove strutturate e quasi-strutturate,
indagini, documentazione e comunicazione della valutazione
Sistema e qualità: valutazione di sistema, valutazione e autovalutazione,
assicurazione di qualità, valutazione degli insegnanti, valutazione della ricerca
Per una valutazione sostenibile: esigenze sistemiche, alleanze strategiche e
prospettive progettuali
Verso un sistema valutativo integrato: aspetti, questioni, prospettive

Programma Laboratorio (1 cfu)
Progetto di ricerca
Valutazione nella scuola dell'infanzia
Valutazione nella scuola primaria
Si ricorda che il laboratorio prevede obbligo di frequenza.

Testi (A)dottati, (C)onsigliati
  • 1.  (A) L. Galliani (a cura di) L'agire valutativo. Manuale per docenti e formatori. La Scuola, Brescia, 2015 » Pagine/Capitoli: pp. 5-342
  • 2.  (A) K. Montalbetti - C. Lisimberti Ricerca e professionalità educativa. Risorse e strumenti. Pensa Multimedia, Lecce, 2015 » Pagine/Capitoli: pp. 9-183
  • 3.  (A) L. Girotti Valutare e valutarsi. Prospettive per una valutazione sostenibile, oltre le emergenze. ARAS, Fano (PU) - in pubblicazione, 2015 » Pagine/Capitoli: pp. 1-100
Altre informazioni / materiali aggiuntivi

Ai testi adottati sopra segnalati, si aggiungeranno i materiali didattici/bibliografici che saranno utilizzati per le attività di laboratorio (frequenza obbligatorio), che sono da considerare a tutti gli effetti oggetti del programma di esame.

Metodi didattici
  • - Lezioni frontali, anche dialogate
    - Esercitazioni in piccolo e medio gruppo
    - Visione di materiali audio-video
    - Analisi di studi di caso e presentazione di ricerche
    - Seminari di approfondimento tematico
    L'attività di laboratorio (frequenza obbligatoria) prevede esercitazioni e simulazioni da
    fare singolarmente e/o in piccolo gruppo, con produzione di materiale scritto a fronte
    delle consegne date nel corso di tali attività, che muovono da specifico materiale
    didattico/bibliografico.
Modalità di valutazione
  • La prova di accertamento è orale, con una serie di domande in riferimento ai volumi
    adottati e al materiale didattico/bibliografico (laboratorio), tese ad accertare sia la
    conoscenza teorica da parte dello studente per quanto attiene i principali temi,
    problemi, aspetti del dibattito culturale, scientifico e pedagogico circa la ricerca
    educativa e la valutazione scolastica; sia a verificare le competenze di base circa la
    metodologia della ricerca e le tecniche della valutazione, in particolare a utilizzare
    correttamente i concetti fondamentali, il linguaggio specifico, le competenze
    metodologiche nel campo della ricerca educativa e della valutazione scolastica.
    Ai fini della valutazione sono considerati i seguenti criteri: livello di conoscenza; livello
    di proprietà del linguaggio, anche disciplinare; livello di sintesi e rielaborazione.
    E' prevista una prova di valutazione intermedia, in forma scritta (prove oggettive).
  Torna alla scheda
 Notizie
  Materiali didattici