Marcello La Matina

Marcello La Matina

Professore di ruolo - II fascia / Filosofia e teoria dei linguaggi (M-FIL/05)
  • E-mail marcello.lamatina@unimc.it
Dipartimento di Studi Umanistici - Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
 

Lectori Salutem!

Il mio nome completo è Vincenzo Maria Marcello La Matina. Sono professore associato confermato di Filosofia del linguaggio (M-FIL/05) e insegno presso l'Università di Macerata dal novembre del 2002. Dopo la laurea quadriennale in Filologia greca (Università di Palermo) ho proseguito i miei studi fino a conseguire il titolo di PhD in Filosofia del linguaggio (Università di Frankfurt/Oder, in Germania). Ho avuto come maestri i professori Gennaro D'Ippolito e J. S. Petofi. Ho anche studiato composizione musicale con  Eliodoro Sòllima e Girolamo Arrigo. Oltre a saggi scientifici (vedi Bibliografia) ho scritto musica per voci e piccola orchestra e diretto complessi da camera. Studio intensamente i Padri della Chiesa greca e la loro filosofia del linguaggio. Ho vinto due concorsi universitari: il primo, da ricercatore, nel settore della Letteratura greca; il secondo, da professore associato, nel settore della Filosofia e Teoria dei linguaggi.
Nell'ottobre 2015 sono stato scelto quale membro dell’Advisory Board della rivista Scrinium. Journal of Patrology and Critical Hagiography, New Series (edita da Brill Publishers in Leuven); sono membro della International Association for Patristic Studies; dal 2007 partecipo regolarmente alle International Patristic Conferences (Oxford) che si svolgono ogni quattro anni. Sono docente di ruolo e afferisco al Corso di Laurea in Lettere (e non al corso di filosofia, come a volte erroneamente riportato). Sono membro della Sezione di Linguistica, Letteratura e Filologia (SeLLF), che ha sede in via Illuminati, 4, Macerata.


* * *

Questi sono i principi che guidano il mio impegno intellettuale. Li compendio in tre autorevoli citazioni:

"There is such a thing as being right, or at least wrong, in philosophy, and it matters which"

(Donald Davidson, filosofo del linguaggio, 1917-2003)

"Bisogna riconoscere che vi è una contrapposizione radicale tra la scuola filosofica antica, che si rivolge a ogni individuo per trasformarlo nella globalità della sua personalità, e l'Università, che ha per missione quella di rilasciare diplomi corrispondenti a un certo livello di sapere oggettivabile. (...). La filosofia universitaria si trova dunque, ancora oggi, nella situazione in cui si trovava nel Medio Evo, vale a dire che è sempre serva, a volte della teologia, (...); a volte della scienza, e sempre, in ogni caso, degli imperativi dell'organizzazione generale dell'insegnamento, ovvero, ai giorni nostri, della ricerca scientifica. "La scelta dei professori, delle materie, degli esami è sempre soggetta a criteri "obiettivi", politici o finanziari, troppo spesso, sfortunatamente, estranei alla filosofia. A tutto questo si deve aggiungere che l'istituzione universitaria porta a fare del professore di filosofia un funzionario il cui mestiere consiste, in larga parte, nel formare altri funzionari; non si tratta più, come nell'Antichità, di formare al mestiere di uomo, ma di formare al mestiere di chierico o di professore, vale a dire di specialista, di teorico, detentore di un certo sapere, più o meno esoterico."
(Pierre Hadot, storico della filosofia, 1922)

"Il mio presupposto di base è che cercare di imparare qualcosa e cercare di ottenere un bel voto sono due cose differenti che devono restare distinte. Dico sempre agli studenti: "non pensate, siccome avete preso il massimo, di sapere davvero qualcosa". Dico loro anche: "Studiare all'Università è come essere un agente segreto. L'agente segreto vuol sapere tutte le cose buone della società che sta esaminando, senza diventare mentalmente un suo membro. Dovete assorbire cose e, nello stesso tempo, mantenere una certa distanza da esse, altrimenti non riuscirete a scoprire niente di nuovo". "
(Paul Feyerabend, filosofo della scienza, 1924-1994)

********************************************************************************************************************************
Marcello La Matina: Bachelor Degree in Greek Philology (Palermo - Italy 1981); PhD in Philosophy (Frankfurt/Oder - Germany 2001); he was Research Fellow at the University of Palermo (Italy, since 1995) and is now Associate Professor at the University of Macerata (Italy, since 2002). His scientific interests are devoted to philosophy of language and late-Antiquity's Greek Literature. Namely, his main concern is Gregory of Nyssa's philosophy of language. Written texts by Marcello La Matina are published by Carocci, Brill, Peter Lang, de Gruyter, Peeters and Quodlibet. Since October, 2015 Professor La Matina was elected as Advisory Board Member of Scrinium: Journal of Patrology and Critical Hagiography, Brill Publishers (Leuven, Belgique).

*******************************************************************************************************************************

* Per consultare le schede dei miei libri attualmente in commercio vai al link: libri di Marcello La Matina.

* Per dare o ricevere informazioni sulla edizione critica de "La Pastorale" di Fedele da san Biagio (1717-1801) si può ora visitare il sito: Amici de La Pastorale.

* [NEW] Recensione di Stefano Oliva alle "Note sul suono. Filosofia dei linguaggi e forme di vita",

in "Studi di Estetica", anno XLIII, IV serie N° 4 (2015/2)


************************************************************************************************************************
* Ho ricordato il mio maestro degli anni maceratesi, Prof. emeritus Dr. János S. Petőfi:
(1) con l'articolo L’invidiabile storia del “vero” Petőfi, ovvero Il cavaliere (ri)esistente sul Web Magazine L'Adamo: http://adamomagazine.wordpress.com/tag/petofi-s-janos/
(2) con l'intervista, a cura di C. Russo, dal titolo Grande filosofo e vero galantuomo. M. La Matina ricorda János S. Petőfi, su Cronache Maceratesi : http://www.cronachemaceratesi.it/2013/02/24/grande-filosofo-e-vero-galantuomo-marcello-la-matina-ricorda-sandor-janos-petofi/294953/
(3) con l'articolo La frase e il bouquet: storia tascabile della testologia di János S. Petőfi sul blog FilosoficaMente della Università di Macerata: http://www.unimc.it/filosoficamente/primo-piano/la-frase-e-il-bouquet-storia-tascabile-della-testologia-di-janos-s.-petofi
**********************************************************************************
Ho aggiunto recentemente un articolo su:
La Lezione di san Valentino, anno XII: http://adamomagazine.wordpress.com/2014/02/14/la-lezione-di-san-valentino-compie-dodici-anni/
**********************************************************************************
(A) Appunti sullo studio universitario (da un'intervista del 2011) : digilander.libero.it/RR_AC/Orientamente 2011 - La Matina.pdf
(B) Un articolo di un ricercatore del C.I.C.A.P. su una pagina di "Cronosensitività" (richiesto da F. G.)

  • M-FIL/05 - Filosofia e teoria dei linguaggi
  • L-ART/05 - Discipline dello spettacolo
  • L-FIL-LET/02 - Lingua e letteratura greca
  • L-FIL-LET/07 - Civiltà bizantina
  • L-FIL-LET/06 - Letteratura cristiana antica
  • L-FIL-LET/13 - Filologia della letteratura italiana
Informazione non pervenuta
Lingua Conoscenza
Greco Antico Eccellente
Greco Medievale o Bizantino Eccellente
Latino Buono
Inglese Buono
Francese Buono
Tedesco Elementare
Greco Buono
Aree: Africa, Europa, Italia
Paesi: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Bielorussia - Russia Bianca, Città del Vaticano, Estonia, Francia, Germania, Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Grecia, Italia
Titolo "Edizione critica, traduzione e commento dei Moralia di Plutarco"
Settore ERC SH5_1: Classics, ancient Greek and Latin literature and art
Abstract As a member of the "International Plutarch Society" I was charged for preparing a new critical edition of Plutarch's Περὶ τοῦ ἀκούειν (De recta ratione audiendi). Professor Gennaro D'Ippolito is the scientific supervisor of this work in progress as well as my co-author. Our book is at the moment forthcoming; it will be published under the Series "Plutarchi Moralia" by D'Auria Publisher in Neaples, according to the universities of Neaples, Salerno and Palermo.
Parole chiave Plutarch's Moralia, critical edition, De audiendo vel De recta ratione audiendi
Gruppo di lavoro Supervisor: emeritus Gennaro D'Ippolito, full professor of Greek Literature, University of Palermo, member of the Scientific Committee of "Plutarchi Moralium Series Completa"
Titolo Forms of Inference, Supervenience and lawlikeness in the high speed performances.
Settore ERC SH4_10: Epistemology, logic, philosophy of science
Abstract The peculiar plan of my own research deals with music and oral performance of rhythmical compositions. Evidence is given that the oral performer of formulaic poems and songs overlaps both the act of composition and the act of performance in a unique communicative state of affairs. Such a form of agency is of very common usage in oral cultures, and it is usually referred to by scholars as "high-speed composition". Each oral poet and/or musician works within the continuous pulse of oral time, whose main property is the "non-stop speed" of performance and / composition.
 
My task is to give the concept of "supervenience" a content and a definition with reference to primary oral communities. According to my view, claiming that musical events do supervene upon sound events is not the same as acknowledging that some mental events do supervene upon some physical events. There is not such a thing as a "musical property" as a sort of emerging feature, for what we call 'musical properties' are not but sensitivity to the nomological stance of dyads responding to proximal creatures as such.

Ref. to Armstrong; Orilia; Kim; Davidson.
Parole chiave oral composition, forms of inference, supervenience, music and oral speed composition
Gruppo di lavoro Prof. Marco Buzzoni, Prof. Francesco Orilia, Prof. Ivana Bianchi (Università di Macerata).
Titolo The Philosophy of Language and Symbols in the works of Gregory of Nyssa
Settore ERC SH2_4: Myth, ritual, symbolic representations, religious studies
Abstract Since 2006 up to now I am studying intensively the works of the Greek Church Father st. Gregory of Nyssa (IV century), sometimes in relation with the works of his brother Basil of Caesarea. Both were philosophers, theologians and bishops. Their works were recently re-discovered thanks to the efforts of Jean Daniélou.
 
As a Member of the 'International Association of Patristic Studies' I wrote some papers and held some lectures and communications aiming at enlightening the -- so I call it -- "linguistic turn" accomplished by Gregory and Basil in the context of Late-Antiquity's theological controversies about the Trinity of God. Now as before, the philosophical challenge lies in the peculiar logical form of the Holy Scripture's basic sentences about-God and by-God (about Himself). As I believe to have in some degree shown, the theological claim asserting the unity and the trinity of the Christian God calls for a semantic analysis of its ontological commitments. A new analysis of Scripture's sentences is requested, that can be neither the two-terms Aristotelian logic (see Geach) nor the neo-Platonistic theory of Instances Vs Forms. A Trinitarian logical form of sentences might only be built in a liturgical language. Such a language is to be thought of not as just having the configuration of a language-game (to be played by theologians or philosophers on a theoretical plan) but as a gathered form of life to be performed mutually by living creatures embedded in Christ-cross' logos: « Ὁ λόγος γὰρ ὁ τοῦ σταυροῦ τοῖς μὲν ἀπολλυμένοις μωρία ἐστίν, τοῖς δὲ σῳζομένοις ἡμῖν δύναμις θεοῦ ἐστιν » (1Cor 1,18).
Parole chiave logical form, Gregory of Nyssa, Basil of Caesarea, Theory of languages and symbolic forms
Gruppo di lavoro Prof. Dr. Giulio Maspero, PUSC (Rome, Italy); Prof. Dr. Johannes Zachhuber (Oxford University, UK), Prof. Dr. Ilaria Ramelli (UniCattolica, Milan);
  • Titolo: De Musica
  • Tipologia: 10.01 Comitati di redazione di riviste
  • Parole chiave: estetica,fenomenologia,filosofia analitica,filosofia della musica,filosofia del linguaggio,ontologia
  • Anno di avvio: 2017
  • Sito Web: http://riviste.unimi.it/index.php/demusica
Informazione non pervenuta
  • Oggetto del finanziamento: MODELLI E INFERENZE NELLA SCIENZA. Aspetti logici, epistemologici e cognitivi
  • Tipologia: 11.01 Progetti ministeriali
  • Bando competitivo: yes
  • Parole chiave:
  • Anno di avvio: 2012
  • Durata: 36
  • Sito Web:
  • Informazione non pervenuta