Silvia Pierosara

Silvia Pierosara

INFO
RUOLO NON DEFINITO: contattare il dipartimento
 

Silvia Pierosara si è laureata nel 2007 in Filosofia Teoretica, Morale, Politica ed Estetica presso l'Università degli Studi di Macerata, dove nel 2011 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Filosofia e Teoria delle scienze umane. Attualmente collabora come cultrice della materia presso la Cattedra di Filosofia morale dell'Università di Macerata e docente a contratto presso la stessa università. Ha trascorso periodi di ricerca presso la Goethe Universitaet di Frankfurt am Main e partecipato a convegni nazionali e internazionali. I suoi interessi di ricerca si rivolgono ai fondamenti filosofici dell'etica narrativa, al tentativo di costruire un'etica valida a livello planetario e al riconoscimento del legame comunitario, tra universalismo e contestualismo. Silvia Pierosara (Phd in Philosophy) is Assistant Professor of Moral Philosophy at the University of Macerata and Teaching Fellow in Moral Philosophy. She spent several research periods abroad, particularly at the Goethe Universitaet in Frankfurt am Main. Her research interests include the philosophical foundation of a narrative ethics, the possibility to construct a universally valid ethics, the recognition of community bonds, between universalism and contestualism.

  • 2014 Falappa, Fabiola; Pierosara, Silvia, Differenza, alterità e distanza. Per un'introduzione alla cura dei legami, in Differenze e relazioni, Volume II Cura dei legami, II; Roma, Aracne; pp. 11 - 31 (ISBN: 978-88-548-7615-6)
  • M-FIL/03 - Filosofia morale
  • SPS/01 - Filosofia politica
Breve descrizione Settore ERC Parole chiave
Abilitazione per l'insegnamento della storia e della filosofia nei licei Tirocinio Formativo Attivo svolto durante l'a.a. 2012-2013.
Qualifica professionale di "Operatore portatori handicap" conseguita il 15 luglio 2012
Master in Cooperazione allo Sviluppo e Promozione dei Processi di Pace svolto presso il Ceida, Roma Risoluzione dei conflitti, cooperazione internazionale
Lingua Conoscenza
Inglese Eccellente
Francese Eccellente
Tedesco Buono
Latino Buono
Greco Antico Buono
Informazione non pervenuta
Titolo Differenza, estraneità, prossimità: il legame che accomuna
Settore ERC SH4_11: Ethics and morality, bioethics
Abstract La ricerca ha avuto lo scopo di chiarire la relazione tra tre ambiti semantici (differenza, prossimità ed estraneità) e le loro implicazioni etico-politiche nel panorama filosofico contemporaneo. Essa ha avuto come risultato l'attestazione di un legame ontologico che rende possibile individuare la prossimità come compito etico.
Parole chiave Differenza, estraneità, prossimità, legame.
Gruppo di lavoro Ricerca svolta grazie a una borsa di studio erogata dal Centro Universitario Cattolico nel triennio 2012-2014
Titolo Il fondamentale e lo storico: l'articolazione narrativa delle differenze
Settore ERC SH4_11: Ethics and morality, bioethics
Abstract La ricerca ha mirato a individuare nelle pratiche narrative una forma possibile di dialogo tra differenti provenienze religiose.
Parole chiave Differenza, narrazione.
Gruppo di lavoro "Forme della vita pubblica", Progetto biennale (2011-2013) finanziato dall'Istituto Veritatis Splendor di Bologna
Titolo Tutoraggio presso la Summer School sui Beni relazionali destinata a giovani ricercatori e promossa dalla Fondazione Lavoroperlapersona, Offida
Abstract
Parole chiave Fiducia, partecipazione, cooperazione
Gruppo di lavoro Fondazione Lavoroperlapersona, Offida
Titolo Abitare le differenze, condividere le relazioni. Nuove forme di inclusione sociale fra spazio pubblico e memoria condivisa. Progetto Drim di Ateneo di cui si attendono gli esiti.
Settore ERC SH4_11: Ethics and morality, bioethics
Abstract Nella società odierna aumentano percezione del rischio e domanda di protezione; allarme sociale, spinte all’autodifesa, atteggiamenti pregiudiziali di discriminazione fanno sì che la sicurezza percepita appaia inferiore a quella reale. Assumendo come orizzonte di riferimento il Programma Quadro Horizon 2020, anche con una specifica attenzione al settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT), il progetto elabora un nuovo approccio al nesso tra differenze e relazioni, fondato su un approccio articolato e inclusivo alle differenze, capace di trasformarle in luoghi e tempi di condivisione e di buona reciprocità, secondo un paradigma alternativo allo stereotipo culturale dominante, che oppone inclusione e sicurezza sociale come figure inconciliabili nella vita di relazione. Un ripensamento innovativo della reciprocità può legittimare forme rassicuranti d’inclusione e forme inclusive di sicurezza, oltre i limiti della tradizionale area di competenza dell'ordine pubblico o della legalità.
Parole chiave Differenze, relazioni, inclusione sociale, spazio pubblico, memoria condivisa
Gruppo di lavoro Prof. Maurizio Migliori, Prof.ssa Silvia Ferretti, Prof. Roberto Mancini, Prof.ssa Carla Danani, Prof.ssa Francesca Chiusaroli, Prof. Marco Severini, Prof.ssa Donatella Pagliacci, Prof.ssa Arianna Fermani, Dott.ssa Fabiola Falappa, Dott.ssa Silvia Pierosara, Dott.ssa Alessandra Lucaioli, Dott. Francesco De Stefano, Prof.ssa Benedetta Giovanola, Prof. MIchele Corsi, Prof. Piergiuseppe Rossi, Prof. Fabrizio D'Aniello, Prof.ssa Catia GIusepponi, Prof. Sergio Labate, Prof. Massimiliano Stramaglia, Prof.ssa Catia Giaconi, Prof.ssa Lorella Giannandrea, Prof. Luca Girotti, Prof.ssa Daria Pezzoli Olgiati, Dott. Baldassare Scolari.
  • Informazione non pervenuta
  • Informazione non pervenuta
  • Informazione non pervenuta